NEWS – Prodotti con Farina di Canapa

La Canapa è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Cannabinacee, è a ciclo annuale e la sua altezza può variare dai 1,5 a 2 metri, fino ad un massimo di 5 metri di alcune varietà.
Generalmente è una pianta Dioica, ciò significa che possiede fiori unisessuali che crescono su individui di sesso diverso, ma esistono anche varietà Monoiche (fiori di sesso diverso sulla stessa pianta), più adatte alla coltivazione da seme.
La pianta germina in primavera e fiorisce in estate inoltrata e prima della formazione dei fiori non è possibile riconoscere il sesso.
La Canapa è una pianta molto versatile ed adattabile, può essere coltivata in diverse condizioni pedologiche e climatiche, a diverse altitudini e latitudini.
Preferisce terreni umidi ma teme i ristagni d’acqua, sopratutto nelle prime fasi di crescita. Non ha bisogno di pesticidi e fertilizzanti e necessita di pochissima irrigazione; Ha dimostrato di resistere alla carenza d’acqua più di tutte le altre colture industriali.

proprietà e benefici di un alimento tutto da riscoprire

Conosciuta e coltivata già nel neolitico, la Canapa è una pianta incredibilmente versatile e dotata di ottime proprietà nutrizionali. I suoi semi erano considerati ricostituenti e tonificanti, dotati di proprietà terapeutiche, mentre il suo olio, derivato dalla spremitura dei semi, era utilizzato per combattere le infiammazioni della pelle.

Semi

I semi di canapa sono uno degli alimenti con il più alto valore nutrizionale. Contengono circa il 25% di proteine, in una combinazione unica nel mondo vegetale, poiché in esse sono presenti tutti e 9 gli aminoacidi essenziali, ovvero quelli che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare. Gli aminoacidi sono i mattoncini con i quali il nostro corpo costruisce le proteine utili, come le immunoglobuline, alla base del funzionamento del nostro sistema immunitario.

Nei semi di canapa si trova inoltre una frazione grassa (35%) di ottima qualità, costituita per circa 3/4 da una miscela di acidi grassi polinsaturi, fondamentali per la regolazione dell’attività di numerose ghiandole, dei recettori nervosi e dei muscoli. Tra gli acidi grassi, gli Omega 3 e gli Omega 6 sono presenti in una proporzione particolarmente benefica, necessaria per il corretto funzionamento del sistema immunitario e la regolazione del metabolismo.

Buono anche il contenuto di vitamine, in particolare la vitamina E, un potente antiossidante, le vitamine A, PP, C e quelle del gruppo B (esclusa la B12). Contengono inoltre molti minerali, tra cui calcio, magnesio e potassio.

Farina di semi di canapa

Dai semi si ottiene per macinazione una gustosa farina, che mantiene tutte le proprietà nutrizionali dei semi ed è priva di glutine, quindi adatta anche a chi soffre di celiachia. Dal colore ambrato e dal delicato gusto di nocciola, questa farina diventa un ottimo ingrediente per ogni tipo di preparazione, sia dolce che salata.

Prova la farina di canapa, la trovate sul sito, esso nasce per portare sulle vostre tavole prodotti che vengono trasformati rispettando la loro natura in questo modo restano intatte tutte le vitamine che il prodotto contiene apportando dei benefici al nostro organismo!

Olio di semi di canapa

Dalla spremitura a freddo dei semi si ottiene un olio dalle eccellenti proprietà, idoneo non solo al consumo alimentare, ma anche alla cura della pelle e alla preparazione di cosmetici. Questo olio, dal gusto delicato che ricorda leggermente le nocciole, deve essere utilizzato solo a crudo per poterne preservare le eccezionali proprietà antiossidanti, immunomodulanti e antinfiammatorie, attualmente oggetto di diversi studi.

La qualità degli acidi grassi contenuti nell’olio di semi di canapa è alla base delle sue proprietà benefiche. Esso contiene infatti alte percentuali di acidi grassi essenziali – cioè non sintetizzabili dal nostro organismo -, circa il 15-25% di Omega 3 α-linolenico, e circa il 50-70% di Omega 6 (linoleico 45-65%, oltre al 4% di γ-linolenico). Questo olio rappresenta quindi una delle poche fonti vegetali di acido alfa linolenico, oltre all’olio di semi di lino e all’olio di pesce. Sul totale degli acidi grassi, quelli saturi rappresentano solo il 9-11%.

Queste caratteristiche rendono l’olio di canapa un grande aiuto nella prevenzione di problemi cardiocircolatori, grazie all’abbassamento dei livelli di colesterolo nel sangue, e un protettivo in caso di danno al miocardio dovuto ad infarto. La maggior parte della malattie cardiovascolari è causata dalla formazione di depositi di grasso sulle pareti interne dei casi sanguigni e dalla progressiva perdita di elasticità di questi ultimi, processi accelerati da elevati livelli di colesterolo, dallo stress, dal fumo e da un eccessivo apporto di grassi saturi.

Importante inoltre la presenza di alcuni fitosteroli, tra i quali il Tetraidrocannabinolo (THC) ad un livello estremamente basso, tale da non causare alcun effetto psicoattivo, e il Cannabidiolo (CBD), il quale non ha un effetto psicoattivo, ma è in grado di modulare le risposte del nostro sistema immunitario e di agevolare le funzioni cognitive e mentali.

Da segnalare, infine, la presenza di altri fitosteroli che ostacolano l’assorbimento del colesterolo e contribuiscono alla sua diminuzione; la lecitina, un fosfolipide che aiuta la metabolizzazione dei grassi da parte del fegato; i caroteni, predecessori della vitamina A, necessaria per la crescita e la vista.

Applicato sulla pelle, questo olio ha un effetto anti-età, idratante, elasticizzante e protettivo. Aiuta inoltre a riequilibrare il cuoio capelluto in caso di sebo o forfora ed è un eccellente nutriente e ristrutturante per i capelli. Grazie al suo complesso vitaminico e alle sue proteine, migliora visibilmente le condizioni di pelle e capelli, sostenendone le funzioni metaboliche ed un sano equilibrio.

Benefici dell’olio di canapa

Grazie alla sua azione antiossidante, immunomodulante e antinfiammatoria, l’assunzione dell’olio di canapa può aiutare in caso di

problemi cardiocircolatori
colesterolo alto
patologie del tratto gastro-intestinale e del fegato
patologie a carico del sistema respiratorio
disturbi del sistema scheletrico e muscolare
malattie autoimmuni
problemi metabolici
squilibri ormonali femminili
problemi neurologici e psichici
affezioni della pelle (anche uso esterno)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *